PRIME COMUNIONI 2015

31.05.2015 23:43

A seguito della disapprovazione da parte di alcuni genitori circa la pubblicazione di foto e filmati rtiguardanti la cerimonia, viene rimossa tutta la documentazione fotografica e video che ritrae bambini. Spero che il cartellone non disturbi nessuno!

PRIME COMUNIONI 2015

           Quest’anno hanno ricevuto la prima Comunione 31 ragazzi e ragazze. Un bambino è stato battezzato durante il ritiro dei comunicandi, svoltosi il venerdì precedente la domenica della Santissima Trinità, giorno dedicato in Ghilarza al rito delle Prime  Comunioni.
Intorno alle 10 del mattino i  ragazzi si sono preparati nel salone parrocchiale e, in processione, si sono avviati verso la Chiesa, dove sono stati accolti dal celebrante, don Italo Schirra, che, bontà sua, sostituisce don Salvatore, assente per i suoi, ormai noti, motivi legati ad un peggioramento delle sue condizioni di salute.
All’inizio della Messa don Italo, con voce spezzata, ha letto il messaggio SMS inviatogli pochi minuti prima dal parroco, nel quale egli esprimeva il proprio rammarico di non poter essere presente, come avrebbe desiderato, ma di offrire la propria sofferenza  per i ragazzi e di cuore ha inviato loro la sua benedizione.
La cerimonia si è svolta in maniera ordinata e partecipata. I canti sono stati molto belli e ben eseguiti, e i bambini apparivano gioiosi e commossi.
Don Italo nell'omelia ha ricordato la sua prima Comunione, mettendo in evidenza quanto fossero differenti le condizioni di vita di 70 anni fa, ma come la gioia che portava nel suo cuore era la stessa che leggeva negli occhi e nei gesti dei bambini di oggi, gioia che ha lasciato una traccia che lo ha guidato per tutta la vita.
 L'augurio è che anche i bambini di oggi possano seguire gioiosamente Gesù, che non abbandona mai nessuno in balia di se stesso, ma accompagna teneramente per tutta la vita chiunque gli si affidi.
Al rito di Comunione hanno fatto seguito i ringraziamenti, in primis per don Salvatore, che è stato presente nella mente di ognuno dei partecipanti e che ha accompagnato il rito in spirito, offrendo a Dio la sua sofferenza, tanto meritoria,  poi per i genitori, senza i quali non ci sarebbero stati i bambini che hanno ricevuto Gesù, per le suore, le catechiste, e tutti coloro che hanno in qualunque modo collaborato, offrendo il loro servizio.
Dopo la benedizione finale don Italo ha distribuito a ciascun bambino la pergamena ricordo e un Vangelo.

Che il Signore e la Vergine Maria accompagnino sempre questi ragazzi nella loro vita!