IL CAPITOLO DELLE "STUOIE ".

21.10.2014 17:10

IL CAPITOLO DELLE “STUOIE” A MOGORO

DALLE FONTI FRANCESCANE: “Il fedel servo di Cristo santo Francesco tenne una volta un Capitolo generale a Santa Maria degli Angeli, al quale Capitolo si radunarono oltre cinquemila frati…….e vedendo sedere in quella pianura i frati schiera a schiera, qui quaranta, dove cento, dove ottanta insieme, tutti occupati nel ragionare di Dio, in orazione, in lacrime, in esercizi di carità; e stavano con tanto silenzio e con tanta modestia, che ivi non si sentiva un rumore, nessuno stropiccio; e meravigliandosi di tanta moltitudine così ordinata, con lacrime e grande devozione diceva: ”Veramente questo è il campo e l’esercito dei cavalieri di Dio”. Non si udiva in tanta moltitudine nessuno parlare di favole o bugie, ma dovunque si riuniva una schiera di frati, o pregavano o dicevano l’Ufficio, o piangevano per i peccati loro o dei loro benefattori o ragionavano della salute delle anime. Erano in quel campo tetti di graticci e di stuoie, e distinti per torme, secondo i frati di diverse  Provincie;e perciò si chiamava quel Capitolo il Capitolo di graticci ovvero delle stuoie”.

 

Domenica 19 ottobre l'O.F.S. (ordine francescano secolare), la Gi.Fra. (gioventù francescana) e gli araldini di Ghilarza hanno preso parte al "Capitolo delle Stuoie" svoltosi a Mogoro nell'anfiteatro comunale. Questo appuntamento, che ha cadenza triennale, ha riunito tutta la famiglia francescana sarda del terz'ordine (la parte laica), prende il nome dal primo "raduno" di tutti i frati del mondo convocato da San Francesco nel 1221 ad Assisi. I partecipanti sono stati 1209, di cui una cinquantina erano giovani e un centinaio bambini, provenienti da tutta la Sardegna. Dopo un'accoglienza iniziale, si è vissuto un momento di preghiera all'interno del quale è stato esposto il Santissimo, in seguito collocato in una tenda di adorazione accessibile  per tutto il giorno a chiunque volesse avvicinarsi. A seguire si sono svolte diverse attività formative mirate al coinvolgimento di tutta l'assemblea. Dopo il pranzo organizzato dalla Pro Loco di Mogoro è stata celebrata la Santa Messa. L'intera giornata è stata accompagnata dalla presenza di alcuni padri francescani appartenenti a tutte e tre le obbedienze ( minori, conventuale e cappuccini).
La giornata, che aveva come slogan " UNITI NELLA GIOIA", è stata davvero un momento di gioia e di festa per tutta la Famiglia Francescana! Si è potuta assaporare la bellezza dello stare insieme, seppur nella diversità che deriva dalle età differenti, ma con la consapevolezza di essere accomunati dalla voglia di fare esperienza di Lui e del suo immenso amore!

Pace e bene!

                                                                                                                                                            la fraternità francescana

 

Il giorno 23 ottobre si terrà nella sede parrocchiale di Ghilarza un incontro di formazione per tutta la fraternità O.F.S. in preparazione al Capitolo elettivo che avverrà il giorno 30 ottobre alle ore 16.