FESTA DEL SANTO GIUSEPPE BENEDETTO COTTOLENGO

28.04.2018 19:03

 

Anche quest'anno la  Comunità Parrocchiale si stringe attorno alle nostre suore che festeggiano il loro fondatore e prega per le tre che sono ancora con noi e per tutte quelle che sono state a Ghilarza, fin dai lontani primi decenni del secolo scorso alle ultime che hanno lasciato il nostro paese perchè trasferite altrove o passate a miglior vita. Ricordiamo in particolarte suor Rita, deceduta l'anno scorso a San Sperate e suor Rosanna, che opera attualmente nell'Istituto di Lunamatrona.
Grazie care sorelle, che spendete la vostra vita, tra molte difficoltà, acciacchi e malattie dovute all'età che avanza, per il bene della nostra comunità Ghilarzese e grazie  a san Giuseppe Benedetto Cottolengo che ha reso possibile tutto questo.
All'inizio della Messa delle 10,30, l'attuale Superiora , suor Maria, ha detto alcune parole di presentazione, che mi piace riportare:

        Carissimi tutti

dietro all'invito di don Michele di presentare il momento che stiamo per celebrare insieme, unita alle mie consorelle.
Oggi la nostra Piccola, Grande Casa della Divina Provvidenza, con sede a Torino, festeggia il suo fondatore San Giuseppe Benedetto Cottolengo, che voi ben conoscete per la presenza delle sue suore che, da quasi cento anni, sono a Ghilarza.
Insieme ci accingiamo a celebrarequesta Eucaristia, dono di Dio per il suo grande Amore per ciascuno di noi, come segno di ringraziamento per quanto abbiamo ricevuto e per quanto vorrà ancora concederci nel futuro, secondo il suo progetto su ciascuno di noi.
La Carità di Cristo, l'abbandono in Dio, Padre provvidente, ci accompagni sempre affinchè possiamo essere veri testimoni di questo grande Amore di Dio per l'uomo, per ogni uomo. Deo Gratias!

 

Pubblichiamo la Preghiera, che nei tre giorni del triduo è stata recitata:

                 O san Giuseppe Benedetto Cottolengo, a te che adesso nella gloria del cielo

puoi meglio soddisfare alla tenerissima inclinazione,

che avevi in questo esilio, di fare del bene ai più miseri ed abbandonati del mondo,

noi con piena fiducia ricorriamo nelle nostre necessità spirituali e materiali.

Siamo sicuri che tu ci esaudirai e semprte più ci farai sentire gli effetti  della tua paterna bontà

e dell'efficace tua mediazione presso Gesù buono e la santa Madonna.
Perciò, o san giuseppe Cottolengo, per meglio disporci alle tue beneficienze,

noi ti supplichiamo di ottenerci dal datore di ogni bene, la grazia di comportarci sempre

da veri cristiani, col seguire i tuoi esempi e le tue massime,

principalmente con l'abbandono totale alle disposizioni della Divina Provvidenza,

                                                            anche nelle prove che Ella vorrà permettere, a sua gloria e a nostro vantaggio.
                                                           Dal canto nostro promettiamo di essere sempre fedeli alla Divina Grazia.
                                                           Ma tu, san Giuseppe Benedetto Cottolengo assistici, aiutaci, proteggici!

                                                                                                        Deo Gratias