BUONA FORTUNA FRATELLO MIO. Il diritto ad una vita migliore

10.02.2017 18:54

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO

Art. 14  Ogni individuo ha il diritto di cercare e godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.

 

Oggi, venerdì 10 febbraio, si è svolta, nei locali della scuola media di Ghilarza la manifestazione: “BUONA FORTUNA FRATELLO MIO”, volta a sensibilizzare i ragazzi delle seconde medie di Ghilarza e della terza media di Sedilo al problema della accoglienza dei migranti, provenienti da tanti paesi dell’Africa e dell’Asia.
La manifestazione di oggi si inserisce in un progetto del Senato Italiano: “TESTIMONI DI DIRITTI” cui stanno partecipando gli studenti della scuola secondaria di primo grado in tutta Italia. La scuola di Ghilarza ha già superato una prima fase del concorso e ,nella giornata di oggi gli studenti hanno  incontrato delle persone che hanno prestato la loro opera volontaria in diversi contesti asiatici ed africani particolarmente problematici. Hanno così avuto l’opportunità di conoscere le terribili realtà in cui vivono i popoli di tantissimi paesi e quindi di comprendere cosa spinge tante persone a fuggire dal loro paese e ad affidarsi ai trafficanti di uomini per raggiungere l’Europa, ove sperano di poter vivere una vita dignitosa.
I ragazzi hanno seguito con molto interesse le proiezioni e i racconti  dei quattro testimoni e hanno posto loro domande e fatto interviste.
Ospiti della manifestazione un gruppo di ragazzi provenienti dal Bangladesh e dall’Africa sub sahariana, residenti attualmente nel  camping di Norbello.
Gli studenti che seguono l’indirizzo musicale hanno, quindi suonato diversi pezzi ai loro strumenti . Un ragazzo di Sedilo ha animato la mattinata con la fisarmonica e tutti hanno cominciato a danzare il Ballo sardo, e i ragazzi ospiti si sono anch’essi esibiti in balli singoli o insieme agli studenti. La manifestazione si è chiusa con l’esibizione dei ragazzi ospiti.
E’ stata una mattinata intensa e molto interessante cui i ragazzi hanno partecipato con serietà ed impegno, per cui, da questo sito, li esortiamo a continuare così, e ci congratuliamo con loro e i loro professori, che li hanno preparati con molta maestria e passione.