BONARCADO - GIUBILEO DEI MALATI

22.05.2016 22:11

Domenica 22 maggio, si è celebrato nella Basilica di Bonarcado il Giubileo dei malati proposto dal Movimento per la vita di Oristano.  La parrocchia di Ghilarza ha partecipato col C.V.S., che ha organizzato il viaggio per gli aderenti alla associazione e i simpatizzanti mettendo  a disposizione un pulmino.Molte persone vi si sono recate con i mezzi propri, per cui la presenza dei ghilarzesi è risultata molto importante.
L'attraversamento della Porta Santa in processione è avvenuto alle ore 17. Hanno attraversato per primi gli ammalati in carrozzina e quelli con problemi di deambulazione, quindi il Clero con i ministranti e infine il popolo con bandiere e stendardi. Erano presenti gruppi provenienti da numerosi paesi della Diocesi e la Basilica era talmente gremita di persone che in tanti sono dovuti stare fuori.

Si è pregato il Rosario della Vergine e, al termine, don Isidoro ha invocato la Madonna di Bonacattu con una antichissima preghiera in sardo, molto bella.

Ha presieduto la Celebrazione eucaristica padre Manolo, assistente della Pastorale sanitaria della Diocesi, coadiuvato dal parroco di Bonarcado, don Isidoro e da don Giuseppe Cogotzi, che ha concelebrato sulla sua carrozzina.

All'inizio della Messa Padre Manolo ha benedetto dell'acqua con la quale ha asperso tutti i fedeli, in memoria del Battesimo. All'omelia, poi, con la sua consueta passione, ha spiegato come la Vergine Maria è entrata a far parte del mistero della Trinità durante la sua vita terrena. Ne consegue che se noi ci affidiamo a Lei e cerchiamo di vivere la vita seguendo il suo esempio, siamo sicuri di partecipare anche noi della Trinità divina, anche se su questa terra mai arriveremo a comprenderne il mistero.

Al termine della Messa tantissime persone hanno partecipato alla processione che si è snodata per le vie del paese.