PROGRAMMA PASTORALE DEL CENTRO PASTORALE DIOCESANO PER L' ANNO 2018

04.10.2017 09:39

 

          L’Arcivescovo presenta il primo importante appuntamento che darà inizio all’anno pastorale:  Il "Convegno ecclesiale", dal tema "Osare il Vangelo", che si svolgerà il 14 ottobre - come da consuetudine il secondo sabato del mese - CHE sarà aperto dalla preghiera alle ore 10 e dal saluto dell’Arcivescovo il quale  avvierà i lavori della mattina ponendo l’accento sulla situazione religiosa della Diocesi.
La relazione dal tema "Quale Vangelo per l’uomo contemporaneo?" sarà proposta da S.E. Mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione a cui seguirà il dibattito incentrato sugli aspetti dell’evangelizzazione oggi.
Dopo la pausa pranzo, i lavori assembleari riprenderanno alle ore 15 con la presentazione della Lettera pastorale Osare il Vangelo che sarà consegnata dall’Arcivescovo a tutti i presenti.
Un ulteriore approfondimento del tema sarà proposto dal direttore dell’Ufficio Catechistico don Alessandro Enna che presenterà il Progetto catechistico diocesano.
La Concelebrazione Eucaristica (ore 17) concluderà il Convegno; pertanto, per sottolinearne il forte senso ecclesiale, l’Arcivescovo dispone che nelle parrocchie non dovranno essere celebrate le messe vespertine.
         Tra le diverse iniziative proposte dal Centro missionario diocesano, il 1° ottobre alle ore 20 si celebrerà presso il monastero di Santa Chiara la Veglia con le religiose a cui seguirà, sabato 21, la Veglia diocesana in Cattedrale, presieduta dall’Arcivescovo, con la presenza e la testimonianza di don Luciano Ibba, nostro sacerdote fidei donum a Sicuanì in Perù.
         La formazione permanente del clero quest’anno sarà curata attraverso un percorso di incontri a scadenza mensile - aperti anche ai laici, che si terranno presso il Centro Diocesano di Teologia con inizio alle ore 10 - nell’ottica di leggere pastoralmente “il cambiamento d’epoca” in atto.
Il primo appuntamento si terrà
venerdì 29 settembre 2017: Una parrocchia d’evangelizzazione, Don Antonio Ruccia, docente di Teologia Pastorale alla Pontificia Università Urbaniana, Roma, a cui seguiranno gli appuntamenti indicati in calendario:
• Lunedì 30 ottobre 2017: Formazione permanente o frustrazione permanente?, P. Amedeo Cencini,docente all’Istituto di Vita Consacrata, Claretianum, Roma.
• Giovedì 30 novembre 2017: Dalla morale dei professori a quella dei pastori, Don Franco Gismano,docente di Teologia Morale presso l’ISSR di Udine. • .
.Lunedì 29 gennaio 2018: Il sacerdote strumento della tenerezza di Dio, Don Luigi Maria Epicoco, Docente di Filosofia alla Pontificia Università Lateranense, Roma.
• Giovedì 1° marzo 2018: Il sacerdote e la generazione alla fede, Don Armando Matteo, docente di Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Urbaniana, Roma.
• Venerdì 20 aprile 2018: Il sacerdote catecheta ed evangelizzatore, Don Marco Gallo, Direttore dell’Ufficio Catechistico di Saluzzo.
• Lunedì 28 maggio 2018: Il sacerdote e la devozione mariana, P. Ermes Ronchi, Comunità dei Servi di Maria, Santa Maria del Cengio.
         Un ulteriore contributo a capire la realtà in continua trasformazione sarà dato dal percorso, a carattere interreligioso, proposto dal MEIC che prenderà avvio con il convegno "MIGRAZIONI", venerdì 13 ottobre alle 19 nell’Auditorium san Domenico. A illustrare il tema attualissimo e scottante saranno due sociologi: il prof. Maurizio Ambrosini, ordinario di Sociologia e docente di Sociologia delle migrazioni all'Università Statale di Milano e il dott. Raffaele Callia, curatore da molti anni della parte che attiene alla Sardegna del dossier Migrantes, e inoltre direttore della Caritas di Iglesias.
          La città di Oristano e l’intera Diocesi saranno coinvolte nella preparazione del "Festival della Comunicazione 2018" (apertura il 6 maggio con la trasmissione televisiva della Messa su Rai1 presumibilmente o dalla Basilica del Rimedio o dal Santuario di Bonacatu, e conclusione il 13 maggio) organizzato dalla Società S. Paolo e dalle Paoline a livello nazionale. Sarà costituita una commissione che elaborerà un programma di iniziative anche a livello regionale, per coinvolgere nell’evento non solamente le parrocchie ma anche le associazioni, gli enti culturali e i comuni.
       " Anno pastorale 2017-2018: Osare il Vangelo". Partendo dal presupposto che per evangelizzare è necessario aver ben chiara la propria identità, l’Anno pastorale 2017-2018 sarà incentrato sulla missione: lo stile che si dovrà assumere per “un nuovo annuncio del Vangelo” e “conseguire una conoscenza personale di Gesù”.
In particolare l’Arcivescovo chiede ai presenti di suggerire delle modalità di azione rivolte a due aspetti che saranno da prediligere: far acquisire familiarità col Vangelo e suscitare una convinta partecipazione all’Eucaristia domenicale.
Dal contributo di tutti gli interventi - a seguito di un’articolata discussione da cui sono emerse diverse esperienze a livello parrocchiale di ascolto della Parola nella forma della lectio divina, la lettura continua della Bibbia, la riflessione guidata sulla liturgia della Parola domenicale, di avvio di forme oratoriali, di progetti specifici veicolati dal supporto primario offerto ai più poveri, di esperienze comunitarie ancora vive in molti paesi quali la recita del Rosario nei vicinati o rioni nel mese di maggio -, dopo essersi interrogati su quali possano essere i primi destinatari della “missione” senza trascurare la formazione di coloro che ne saranno promotori e animatori, si è giunti a definire i seguenti ambiti di interesse:
- individuare i giovani come i principali destinatari della missione (anche alla luce del loro prossimo Sinodo e considerando la difficoltà di poter partecipare alla prossima GMG che si terrà a Panama nel gennaio 2019), ricercando forme di annuncio “in uscita” e partendo da temi quali la pace, la salvaguardia del creato, il dialogo interreligioso e impegnandoli anche in gesti concreti, per fare gradatamente una proposta che non deve, però, scivolare dall’evangelizzazione alla promozione umana
- coinvolgere nel contempo anche le famiglie, in particolare in percorsi per genitori con bambini della fascia 0-6 anni anche in parallelo con il percorso di iniziazione cristiana dei figli;
- curare nelle parrocchie, a livello foraniale o interparrocchiale la formazione biblica (con il supporto di esperti e/o di sussidi come ad es. quello liturgico - pastorale dal titolo Una festa con la Bibbia suggerito per la preparazione della Giornata della Parola indetta da papa Francesco;
- mettere in rete le buone pratiche (gruppi biblici, post-cresima, oratorio, caritas…)
         Il Progetto catechistico per l’anno pastorale 2017-2018 che sarà presentato al Convegno ecclesiale diocesano si inserirà pienamente in questo percorso arricchendolo con le sue proposte e iniziative specifiche.

Varie ed eventuali:
         
La Direttrice della Caritas Giovanna Lai interviene per informare sul Progetto Policoro, attivato a supporto dei giovani disoccupati o sottoccupati per migliorare la propria condizione lavorativa sia tramite la formazione e l’informazione personale sia con la fondazione di cooperative o piccole imprese.
Inoltre informa che il 17 ottobre, con la Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo in Cattedrale, si inaugurerà l’anno pastorale delle associazioni di volontariato.
          All’interno del percorso “Viaggi Dentro” - Mostra fotografica interculturale di Alex Zappalà, la Direttrice del Centro missionario diocesano Francesca Mura invita a partecipare all’incontro -testimonianza che don Luciano Ibba terrà il 5 ottobre alle 16 presso il Seminario arcivescovile.

                                                                                                                                                              Giuliana  Porcu