Clicca su Bacheca per accedervi

 

Bacheca

 

BENVENUTO NEL SITO WEB
DELLA PARROCCHIA M.V.IMMACOLATA
DI  GHILARZA

 

DOMENICA DI            CORPUS DOMINI

La vigilia della solennità del  Corpus  Domini, è stata allietata dal matrimonio di una giovane coppia.Il coro parrocchiale ha cantato dei bei canti sardi tra cui uno, particolarmente bello, di cui si riproduce il testo:
S' ANEDDU

Oj'est sa die prus bella ca su Signore nos hat muttiu,

paris  in sa cappella pro su cumpriu c'hamus pediu.

No hat atteru disizu sa mama c'hat pregau:

sos benes pro su fizu cando in sa mente nos hat sinnau.

Si solos nos cherimusin d'un' atteru chelu,

no est ch'ismenticamus sas prendas bonas, bellas che anghelu,

ma chin amore santu nois semus pro chircare

prenos de cada bantu atteras vidas de semenare,

ricas de godimentos comente a nois hat onorau

sos bonos sentimentos chi mama e babbu nos hana dau.

 

Ite bella sa manu como chi juchet s'aneddu'e oro!

Deus ch'est soberanu m'hat nau a istimare custu tesoro,

intro 'e su coro meu a lu bramare forte

chircandeli recreu gai in sa bona e in sa mala sorte.

Cando si bortat die m'accollit su cunfortu

d'essere accurzu a chie dae custu affettu mai siat isortu.

Toccat s'Ave Maria, sa gloria 'e su Segnore,

no est innoghe ebbia c'hamus s'azudu 'e su Pastore

nè chin sa domo 'e s'oro e sos disizos de onzi cosa,

ma pagu e chin decoro, chin sa salude e s'aneddu 'e isposa!

L'Anello

Oggi è il giorno più bello perchè il Signore ci ha chiamato insieme, nella cappella, per portare a compimento ciò che abbiamo chiesto. Non ha altro desiderio la mamma che ha pregato: il bene per il figlio quando ci ha segnato sulla fronte. Se vogliamo essere soli in un altro cielo non è che dimentichiamo le gioie buone, belle come un angelo, ma con santo amore noi stiamo cercando, pieni di ogni pregio, altre vite da seminare, ricche di godimenti come ci fanno onore i buoni sentimenti che ci hanno inculcato babbo e mamma.

Come è bella la mano ora che porta l'anello d'oro. Dio che è sovrano mi ha detto di stimare questo tesoro, di bramarlo forte dentro il mio cuore, cercando per lui ristoro sia nella buona che nella cattiva sorte. Quando termina il giorno mi coglie il conforto di essere vicino a chi da questo affetto non sia mai sciolto. Rintocca l'Ave Maria la gloria del Signore, non è solo qui che abbiamo l'aiuto del Pastore nè con la casa d'oro e i desideri di ogni cosa, ma poco, con decoro, con la salute e l'anello del matrimonio.

 

A A A ATTENZIONE !!!!

 

DOMENICA DELLA SS. TRINITA'

 

In questa domenica, per tradizione nella nostra parrocchia dedicata alle "Prime Comunioni", 34 bambini e bambine hanno ricevuto per la prima volta Gesù Eucarestia.

In una chiesa addobata in modo nuovo, con un tavolo a ferro di cavallo, posizionato al centro della navata centrale ed ornato di fiori e simboli eucaristici hanno preso posto i bambini. Hanno concelebrato don Michele e don Italo, il coro dei piccoli ha cantato in maniera splendida e le letture e le preghiere sono state proclamate da genitori dei comunicandi e dalle catechiste. Nell'omelia don Michele ha cercato di spiegare il mistero della Trinità  col dire che Dio, essendo Amore,  non può esistere da solo, ma che crea  "famiglia", cioè lo Spirito d'Amore  circolando genera dal Padre il Figlio Gesù, il quale,  facendosi uomo come noi ci ha inseriti in questo vortice di Amore, che si esprime coll'Eucaristia: Dio che resta con noi e si fa sostanza umana, in quanto lo assumiamo come pane, ci rende idonei  a partecipare della famiglia divina. Il mistero della Trinità resterà tale per noi uomini, ma la spiegazione di don Michele è stata consolante e i bambini l'hanno accolta con attenzione. Dopo l'omelia don Michele ha deposto nel piattino dorato presente davanti a ciascun bambino, una particola, che al momento della Consacrazione  è diventata il corpo di Gesù, vero uomo e vero Dio, e che poi i bambini hanno portato davanti al celebrante al momento della Comunione. Don Michele ha intinto la particola nel vino consacrato e l'ha depositata in bocca a ciascun comunicando, il quale poi ha ricevuto una fiammella, contenuta dentro un vasetto di vetro e che  ha posato al posto prima occupato dal piattino con l'Ostia consacrata. Laddove prima era presente realmente Gesù in forma di pane, ora Egli è simbolicamente presente sotto forma di luce che illuminerà la vita di ciascun bambino, se egli avrà cura di tenerla sempre accesa.

La cerimonia è terminata con la consegna della pergamena ricordo e del Vangelo, nonchè dell'abbraccio affettuoso di don Michele.

 

 

 


 

Notizie

REGOLAMENTO GREST ESTIVO 2016

31.05.2016 13:53
Scrivevo qualche tempo fa che don Michele coltivava l'intenzione di creare l'Oratorio e di fare il "GREST" durante l'estate. Siccome bel poche persone sapevano che cosa fosse il "Grest" avevo dato questa definizione, tratta dal sito dei Salesiani: GREST sta per:    ...

DOMENICA DI CORPUS DOMINI

31.05.2016 11:49
Domenica 29 Maggio 2016 Santissimo Corpo e Sangue di Cristo Festa della vita donata, del Corpo e del Sangue dati a noi: partecipare al Corpo e al Sangue di Cristo non tende ad altro che a trasformarci in quello che riceviamo (Leone Magno). Dio è in noi: il mio cuore lo assorbe, lui assorbe il...

CELEBRAZIONE IN TREMPU DEL PRIMO CENTENARIO DELLA RIEDIFICAZIONE DELLA CHIESA

25.05.2016 17:18
Martedì 24 maggio 2016 Anche quest'anno si è celebrata in Trempu la Messa in onore di Maria Ausiliatrice, con la partecipazione di numerosissimi ammalati ed anziani, nonchè di un grande concorso di fedeli, provenienti anche da paesi vicini. La festa è stata preparata e celebrata con particolare...

PRIME COMUNIONI A GHILARZA

22.05.2016 23:09
Domenica 22 Maggio 2016   La Trinità comunione d'amore, flusso di vita divina  «Se vedi l'amore, vedi la Trinità» (sant'Agostino). Tutto circola nell'universo: pianeti, astri, sangue, fiumi, vento e uccelli migratori... È la legge della vita, che si ammala se si ferma, che si spegne...

BONARCADO - GIUBILEO DEI MALATI

22.05.2016 22:11
Domenica 22 maggio, si è celebrato nella Basilica di Bonarcado il Giubileo dei malati proposto dal Movimento per la vita di Oristano.  La parrocchia di Ghilarza ha partecipato col C.V.S., che ha organizzato il viaggio per gli aderenti alla associazione e i simpatizzanti mettendo  a...

CELEBRAZIONE IN ONORE DI SAN GIUSEPPE BENEDETTO COTTOLENGO

02.05.2016 20:05
Sabato 30 Aprile ricorreva la festa liturgica di san Giuseppe Benedetto Cottolengo, patrono e fondatore della nostre suore. Per motivi logistici nella nostra parrocchia la festa è stata celebrata oggi, 2 maggio. Alle ore 17 è iniziata la santa Messa, concelebrata da don Adriano Ruggeri, sacerdote...

PREGHIERA DELL'AGRICOLTORE

16.04.2016 23:10
O Dio onnipotente che hai creato il cielo e la terra e hai voluto che col sudore della fronte ed il nostro lavoro procurassimo il pane per noi, per le nostre famiglie e per tutti i nostri fratelli, santifica la nostra fatica, che offriamo a Te. Fa che tutti coloro che lavorano la terra siano fedeli...

PREGHIERA IN PREPARAZIONE ALLA GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU' 2016

03.04.2016 16:49
Dio, Padre misericordioso, che hai rivelato il tuo amore nel figlio tuo Gesù Cristo, e l'hai riversato su di noi nello Spirito Santo Consolatore, ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo. Ti affidiamo in modo particolare i giovani di ogni lingua, popolo e nazione: guidali,...

OTTAVA DI PASQUA. DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

03.04.2016 16:17
La seconda domenica di Pasqua è denominata: "Domenica della Divina Misericordia". Questa festa venne istituita da san Giovanni Paolo II, il quale si ispirò alla spiritualità di suor Maria Faustina Kovalska. Quest'anno tale festa cade nel cuore del Giubileo della Misericordia. E' quindi un momento...

MESSE RIONALI DEL TEMPO PASQUALE

30.03.2016 18:21
Oggi, 30 marzo, si è celebrata la prima delle messe rionali di questo tempo pasquale, alla Casa di Riposo di Ghilarza. Anche don Michele ha preso atto che è impresa veramente ardua procedere alla benedizione delle famiglie, una per una, vuoi per l'estensione del paese, vuoi perchè un grandissimo...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>