Clicca su Bacheca per accedervi

 

Bacheca

 

BENVENUTO NEL SITO WEB
DELLA PARROCCHIA M.V.IMMACOLATA
DI  GHILARZA

 

QUARTA DOMENICA DEL TEMPO PASQUALE

Nella nostra parrocchia si celebra in questa domenica  il ricordo di sant'sidoro, patrono dei contadini.La Messa delle 10,30 viene preceduta dalla processione, caratterizzata dalla presenza di un carro agricolo trainato da un giogo di buoi, ricordo dei tempi passati e da un corteo di trattori agricoli addobbati con motivi floreali.
Il culto di questo santo è  molto sentito nella nostra parrocchia.

 

TERZA DOMENICA DEL TEMPO PASQUALE


La Messa di questa domenica è stata caratterizzata dalla presenza di padre Vittorino, il missionario vicenziano, amico da vecchissima data della nostra parrocchia, che è venuto a trovarci e che ha fatto una delle sue prediche fiume cercando di spiegare ai bambini il significato di morte e resurrezione per il cristiano. Un altro amico presente oggi è stato il seminarista Enrico, che ieri ha ricevuto il secondo degli Ordini Minori in preparazione al sacerdozio: il Lettorato.
Al termine della Messa Enrico ha detto ai presenti che seguire Gesù come sacerdote è molto bello, come dimostrano don Michele, Padre Vittorino e il seminarista Daniele di Abbasanta e ha quindi invitato qualcuno dei ragazzi presenti ad iniziare questa strada, come lui ha fatto dietro invito di don Michele. Passo, passo egli si sta preparando a diventare sacerdote e tutta la comunità è invitata a pregare per lui e perchè il Signore chiami lavoratori per la sua vigna, perchè la messe è molta ma gli operai sono sempre di meno.

 

DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

 

In questa domenica i ragazzi della GIFRA, la gioventù francescana, all'uscita della Messe hanno offerto un'immagine con un braccialetto, da loro preparato e hanno chiesto un'offerta per poter finanziare la loro partecipazione alla Giornata mondiale della Gioventù, che quest'anno si terrà a Cracovia (Polonia).

 

BENEDIZIONE PASQUALE DELLE FAMIGLIE

 

PASQUA DI RISURREZIONE

 

 

VENERDI' SANTO

Ti adoriamo Cristo e ti benediciamo perchè con la tua santa Croce hai redento il mondo!

Gesù aveva detto a Nicodemo:"come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così è necessario che sia innalzato il Figlio dell'uomo".
O Croce di Cristo, che splendi tragica e pur luminosa nella notte della passione dell'uomo, alla tua luce si illumina ogni cammino oscuro del dolore.
O Croce di Cristo, che ti innalzi sul luogo del cranio e fecondi le ossa aride dell'umanità decaduta.
O Croce di Cristo tu mostri il più bello tra i figli dell'uomo, che, libero dalle logore vesti  tirate a sorte, riconduce l'uomo allo splendore della prima origine.
O Croce di Cristo, unica speranza, àncora sicura nelle tempeste della vita.

Luce del mondo, nel buio del cuore vieni ed illuminami.
Tu, mia sola speranza di vita resta sempre con noi!

 

GIOVEDI' SANTO

Giovedì santo: giorno di grandi prodigi che il Maestro compie per i suoi. Giorno di Amore, perchè é Amore tutto ciò di cui si fa memoria.
Amore è il dono del sacerdozio ministeriale, che è vero ed autentico se possiede il carattere del servizio e quindi dell'amore concreto ai fratelli.
Amore l'Eucarestia, donataci da Gesù perchè Egli possa stare sempre con noi e nella quale ha dato tutto se stesso.
Amore, il dono del comandamento nuovo, l'unica Legge che Gesù ci ha lasciato e che ci ha chiesto di seguire alla lettera.
Abbiamo iniziato il nostro itinerario quaresimale mercoledì santo con il rito delle ceneri....oggi celebriamo il rito della lavanda dei piedi. Un percorso che è durato quaranta giorni ma che è un impegno totale di tutta la vita e che richiede coraggio e forza, pentimento e servizio. Si tratta infatti di partire dalla nostra testa per arrivare ai piedi dei fratelli.
Pentimento e servizio: binari obbligati su cui deve scivolare il cammino del nostro ritorno a casa, cenere ed acqua, ingredienti essenziali del bucato di un tempo, ma soprattutto, simboli di una conversione completa, che vuole afferrarci finalmente, dalla testa ai piedi.
Dopo aver finito di lavare i piedi dei suoi apostoli Gesù conclude con una espressione che sorprende e rende tutto nuovo: "anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri, a vicenda, scambievolmente.
Questo vuol dire che la prima attenzione dobbiamo esprimerla all'interno delle nostre comunità, servendo i fratelli e lasciandoci servire da loro, poi ci spenderemo per i poveri, fuori dal tempio e vi porteremo i frutti che avremo maturato al calore del sole evangelico e della Eucarestia.

 

DOMENICA DELLE PALME

Con la Domenica delle palme inizia la settimana santa che tutta la comunità è invitata a vivere come adesione alla Passione e Morte in Croce di Gesù, meditando sui misteri fondanti della nostra fede, in attesa della Resurrezione di Cristo, primizia della nostra resurrezione.
E' stata celebrata, sul sagrato della chiesa di san Palmerio la benedizione delle palme, quindi si è snodata la processione per le vie del paese: in testa i confratelli con la bellissima croce, quindi i ministranti, i bambini e ragazzi del catechismo, ancora un gruppo di confratelli con un antico stendardo e un antico Crocifisso, don Michele, rivestito di rossi paramenti e infine tantissimi fedeli. Tutti pregavano cantando in sardo e agitando le palme lavorate, quest'anno particolarmente belle e numerose. All'ingresso in chiesa è seguita la santa Messa, con la lettura e meditazione della Passione  secondo l'Evangelista Luca, che pone in risalto la Misericordia di Gesù.

 

 

QUINTA DOMENICA DI QUARESIMA

La quinta domenica di Quaresima ha visto come opera di Misericordia da mettere in pratica quella di "ammonire i peccatori". Don Michele spiegando il difficile brano evangelico odierno ha spiegato che Gesù ci ama anche quando pecchiamo ma ci invita a non peccare più, facendolo con Amore, così come fece con la donna adultera. L'icona da prendere come esempio: don Pino Pugnlisi, che, per aver più volte ammonito i mafiosi del suo quartiere a cambiare vita, venne ucciso nel 1997 a Palermo, davanti alla sua chiesa.
La celebrazione odierna è stata allietata dalla benedizione  delle nozze d'oro del confratello Francesco e di sua moglie Giuseppina, i quali, dopo 50 anni di matrimonio sono stati lieti di salutare parenti ed amici e di proporsi come esempio di fedeltà e di gioia coniugale ai giovani.

 

 

QUARTA DOMENICA DI QUARESIMA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa quarta Domenica di Quaresima l'Opera di Misericordia sulla quale si è riflettuto seguendo l'insegnamento del Vangelo odierno, quello del padre buono che perdona il figlio degenere e gli fa festa quando, pentito, ritorna alla sua casa,è, appunto quella di "Perdonare le offese". Compito veramente difficile, ma a cui è legato il perdono che Dio ci elargisce.
La Messa odierna è stata animata dal Gruppo folkloristico Ghilarzese "ONNIGAZA", che in occasione dei suoi 40 anni di vita, ha voluto ringraziare il Signore per l'attività svolta all'insegna di conservare e tramandare quanto la tradizione ci ha consegnato.
Durante l'Offertorio sono stati offerti dei doni tipici della tradizione ghilarzese ed anche un dono simbolico inusuale: un paio di scarpette da donna rosse, simbolo del ballo e dell'andare, in ricordo dei tanti delitti compiuti contro le donne, cui ci si deve opporre con forza.

 

TERZA DOMENICA DI QUARESIMA

 

In questa terza domenica di Quaresima dell'Anno del Giubileo della Misericordia, l'opera di Misericordia Spirituale che dovrà essere praticata in particolare in questa settimana è:
"Sopportare pazientemente le persone moleste".
I ragazzi si sono impegnati a concretizzarla portando pazienza con tutti coloro che, per un motivo o per un altro, mettono a prova la capacità di sopportazione, sull'esempio di san Giuseppe Benedetto Cottolengo, di cui si cercherà di seguire l'esempio.

 

 

 

 

 

SECONDA DOMENICA DI QUARESIMA

 

Oggi, seconda domenica di Quaresima, nel cartellone, che i ragazzi della Catechesi stanno riempiendo, domenica dopo domenica, con le Opere di Misericordia Spirituali, é stata inserita la App: "pregare Dio per i vivi e per i morti" e l'impegno per la settimana è quello di pregare ogni giorno per tutta quella vasta porzione di umanità che fugge dai luoghi dove imperversa la guerra, la persecuzione, la fame, sperando di ricominciare a vivere nella nostra Europa.
Don Michele ci ha presentato Gesù trasfigurato sul Tabor, ad insegnarci che solo la bellezza può salvarci, che la vita è fatta spesso di prove dolorose, ma al di là di esse, se impariamo a discernerlo, troveremo l'Amore.
L'icona della settimana è: Santa Chiara di Assisi.

 

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA

Alla Messa delle 10,30, frequentata soprattutto dai ragazzi del catechismo e dai loro genitori ed animatori, don Michele ha introdotto il tema delle opere di Misericordia spirituali. I ragazzi hanno applicato su un cartellone appositamente preparato, un adesivo con la seconda opera: "consigliare i dubbiosi" e hanno preso l'impegno per la settimana di metterla in pratica. Ha poi presentato la figura della Beata Chiara Luce Badano, una ragazza deceduta per tumore all'età di 18 anni, pochi anni orsono, e che ha accettato senza ribellarsi la malattia, confortando tutti coloro che la assistevano e la andavano a trovare, col suo sorriso.

 

GIORNATA DEL MALATO


 

 

Si è svolta nella chiesa parrocchiale di Ghilarza la Giornata del malato.
La Messa celebrata alle ore 16, complice una bella giornata soleggiata e calda, è stata caratterizzata da una numerosissima partecipazione di malati, loro accompagnatori, bambini, ragazzi, fedeli di tutte le età. Si è molto faticato a sistemare in maniera ordinata e intelligente tutte le carrozzelle, col loro carico di umanità sofferente, ma alla fine la cerimonia si è svolta ordinatamente e ha toccato il cuore di tutti, sani ed ammalati. E' stato impartito il Sacramento dell'Unzione degli infermi ad un gran numero di anziani ammalati e alla fine della cerimonia, organizzata e preparata dall'OFTAL, ogni partecipante ha ricevuto una immagine con la preghiera di affidamento a "Gesù Misericordioso, come Maria", e i malati, anche un'immagine di Gesù del Divino Amore e una corona del Rosario.

(Vedi foto nell'articolo a lato)

 

 

 

10 FEBBRAIO 2016    MERCOLEDI' DELLE CENERI

 

Con la celebrazione dell'imposizione delle ceneri ha inizio il "TEMPO DI QUARESIMA" che è il tempo di preparazione alla Pasqua e che decorre dal mercoledì delle ce

 

 

neri fino alla Messa in coena Domini del Giovedì Santo, esclusa.
Ricevendo le ceneri si entra nel tempo destinato alla purificazione dell'anima.
Con questo rito penitenziale sorto dalla tradizione biblica, viene indicata la condizione dell'uomo peccatore, che confessa pubblicamente la sua colpa davanti a Dio ed esprime così la volontà di una conversione interiore, sperando nella Misericordia inesauribile del Signore.    Cliccando sul seguente indirizzo web si accede al Messaggio del Santo Padre Francesco per la Quaresima 2016:  
    www.newecclesia.it/news/news/messaggio-del-santo-padre-per-la-quaresima-2016
Il programma completo della Quaresima è pubblicato in Bacheca.

 

 

 

Notizie

PREGHIERA DELL'AGRICOLTORE

16.04.2016 23:10
O Dio onnipotente che hai creato il cielo e la terra e hai voluto che col sudore della fronte ed il nostro lavoro procurassimo il pane per noi, per le nostre famiglie e per tutti i nostri fratelli, santifica la nostra fatica, che offriamo a Te. Fa che tutti coloro che lavorano la terra siano fedeli...

PREGHIERA IN PREPARAZIONE ALLA GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU' 2016

03.04.2016 16:49
Dio, Padre misericordioso, che hai rivelato il tuo amore nel figlio tuo Gesù Cristo, e l'hai riversato su di noi nello Spirito Santo Consolatore, ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo. Ti affidiamo in modo particolare i giovani di ogni lingua, popolo e nazione: guidali,...

OTTAVA DI PASQUA. DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

03.04.2016 16:17
La seconda domenica di Pasqua è denominata: "Domenica della Divina Misericordia". Questa festa venne istituita da san Giovanni Paolo II, il quale si ispirò alla spiritualità di suor Maria Faustina Kovalska. Quest'anno tale festa cade nel cuore del Giubileo della Misericordia. E' quindi un momento...

MESSE RIONALI DEL TEMPO PASQUALE

30.03.2016 18:21
Oggi, 30 marzo, si è celebrata la prima delle messe rionali di questo tempo pasquale, alla Casa di Riposo di Ghilarza. Anche don Michele ha preso atto che è impresa veramente ardua procedere alla benedizione delle famiglie, una per una, vuoi per l'estensione del paese, vuoi perchè un grandissimo...

DOMENICA DI PASQUA

25.03.2016 10:51
                      LA RESURREZIONE NON E' UN MITO, E' UN FATTO STORICO REALMENTE ACCADUTO Articolo tratto da ZENIT, del Padre Piero Gheddo     Mancano pochi giorni alla...

DOMENICA DELLE PALME

21.03.2016 14:12
Osanna al figlio di Davide, osanna al Redentor; osanna, osanna.... Sia lode, amore e gloria al Cristo Salvator. Ti lodino gli angeli nell'alto dei cieli.... Dio onnipotente ed eterno, che hai dato come modello agli uomini il Cristo tuo figlio, nostro Salvatore, fatto uomo e umiliato fino...

IL SOGNO DELLA COMUNITA' PARROCCHIALE DI GHILARZA E DEL SUO GIOVANE PARROCO

17.03.2016 20:44
“I have a dream” titolavamo un piccolo pezzo su questo  sito web  qualche tempo fa.  Il sogno di don Michele e di tanti parrocchiani, specie ragazzi, è quello di avere un “ORATORIO” dove accogliere i bambini e i giovani, educarli alla vita sana tramite, la preghiera, la riflessione,...

HAI DIFFICOLTA'A CONFESSARTI ? LEGGI

06.03.2016 17:44
    PERDONAMI SIGNORE,HO PECCATO! Pietà di me o Dio, secondo la tua misericordia; Nella tua grande bontà cancella il mio peccato: lavami da tutte le mie colpe, mondami dal mio peccato. Riconosco la mia colpa, il mio peccato mi sta sempre dinanzi. Contro di Te, contro Te solo ho...

INCONTRO DI SPIRITUALITA' DEL C.V.S. IN PREPARAZIONE ALLA SANTA PASQUA

26.02.2016 18:29
Venerdì 26 febbraio si è svolto nella capella dell'Ospedale san Martino di Oristano l' incontro quaresimale di meditazione e preghiera organizzato dal CVS, al quale hanno partecipato numerosi aderenti al Movimento. L'incontro, avente come tema:"La tenerezza materna di Dio" è stato organizzato e...

GIORNATA MONDIALE DEL MALATO 2016

11.02.2016 19:50
Foto di Giuseppe Fadda Dall'Omelia di don Michele per la Messa degli ammalati dell'11 febbraio 2016: "Attraverso la sofferenza di vedere il Figlio morire sulla Croce Maria è divenuta capace di accogliere la missione spirituale che Gesù le affida di divenire la Madre di tutta l'umanità. Maria è...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>